mancano

al 12 ottobre 2016

mancano

al 12 ottobre 2016

  2022 HTFTW vert 2 



Per il terzo anno consecutivo è l'illustratrice Sarah Mazzetti l’autrice dell’immagine del Carbonia Film Festival.
Protagonista della grafica del 2022 è la piazza Roma di Carbonia su cui si affaccia il Cine-Teatro Centrale, cuore nevralgico dell’evento.

La pluralità dei punti di vista e l’eterogeneità del paesaggio umano che anima lo spazio sono ancora uno dei messaggi chiave presenti nell’illustrazione.

Le linee pulite e razionali delle architetture delimitano uno spazio giocoso e colorato diventando anch’esse la chiave di lettura di un altro modo possibile di vivere la città.

Esattamente ciò che il Festival vuole comunicare nei confronti della propria comunità e di coloro che verranno ad abitarla nei giorni dell’evento.




Torna il Carbonia Film Festival, che sposta la sua abituale collocazione dall’autunno alla primavera anticipando la nuova edizione dal 12 al 15 maggio.

Per il 2022 il festival diretto da Francesco Giai Via proporrà nuovamente l’appuntamento con How to Film the World, rassegna dedicata alla formazione con un focus sui temi cardine della manifestazione, ovvero lavoro e migrazioni. Una quattro giorni ricca di eventi, proiezioni, incontri, mostre e masterclass per riflettere sul cinema e sulla sua capacità di raccontare la realtà.
La scelta di proseguire anche quest’anno con “Carbonia Film Festival presenta How to Film the World” è dettata da una serie di fattori, tra cui la nuova collocazione in calendario oltre ad un nuovo assetto del panorama festivaliero a livello nazionale.

“In questi ultimi 3 anni la manifestazione ha saputo navigare in uno scenario estremamente complesso, rilanciando ogni volta la propria formula e il livello della proposta artistica e culturale”, spiega il direttore Francesco Giai Via “Chiusa l'ultima abbiamo voluto trarre un bilancio del lavoro svolto fino ad oggi, ponendo al centro la necessità di scegliere una formula che portasse avanti gli aspetti legati alla crescita e alla formazione culturale del territorio. Abbiamo dovuto necessariamente tenere conto del fatto che in questi ultimi c’è stata una vera esplosione nel numero di manifestazioni cinematografiche anche competitive a livello nazionale, accompagnata da una contrazione delle risorse istituzionali e dalla pandemia che ha minato profondamente il rapporto fra il cinema e il suo pubblico”.
Partendo da queste considerazioni, Carbonia Film Festival vuole consolidare la formula di una manifestazione che abbia come elementi cardine la riflessione sull’evoluzione dei linguaggi cinematografici contemporanei, ma anche l’incontro e lo scambio con grandi personalità del cinema internazionale, affiancate da giovani promesse.
Una manifestazione priva di sezioni competitive, incentrata sull’approfondimento, la formazione e il dialogo: un festival multidisciplinare che contaminerà il mondo del cinema con quello delle altre arti visive e della musica.

Focus di How to Film the World è anche la formazione, che quest’anno vedrà nuovamente protagonisti 8 giovani operatori e studiosi di cinema selezionati attraverso il Bando Carbonia Cinema Giovani. Istituito da Carbonia Film Festival, Società Umanitaria - Fabbrica del Cinema e Fondazione Sardegna Film Commission, il bando (disponibile fino al 19 aprile) si rivolge a giovani di età compresa tra i 19 e i 30 anni, che seguiranno il festival da protagonisti e parteciperanno a un programma di incontri e masterclass a loro dedicato. Un’occasione che vuole essere un percorso permanente che possa svilupparsi anche nei mesi che seguiranno il Festival, ponendosi l’obiettivo di superare la natura “temporanea” dell’evento per sviluppare e valorizzare le riflessioni che il Festival propone: Cinema/Territorio/Lavoro/Migrazioni.